XV edizione agosto 2012

A.s.l. e Aziende ospedaliere

MANUALE PER I CONCORSI NEL RUOLO AMMINISTRATIVO DELLE AZIENDE SANITARIE PUBBLICHE
Con schemi di atti

MANUALE PER I CONCORSI
NEL RUOLO AMMINISTRATIVO
DELLE AZIENDE SANITARIE PUBBLICHE

Pensato per chi deve sostenere i concorsi nel ruolo amministrativo delle ASL, il volume - giunto alla sua quindicesima edizione - si conferma strumento indispensabile anche per chi partecipa a procedure interne di promozione per il passaggio da una categoria all’altra o per progredire all’interno della medesima.

Ampliato con gli schemi degli atti relativi all'attività amministrativa delle Aziende del Servizio Sanitario Nazionale e Regionale, questo è il Manuale più esaustivo in materia, così minuziosamente suddiviso in:

1.
ORDINAMENTO DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE E ASSETTO GIURIDICO-AMMINISTRATIVO DELLE AZIENDE SANITARIE PUBBLICHE (A.S.L. E AZIENDE OSPEDALIERE)
Il S.S.N. dalla legge 833/78 alla legge-delega 421/92
1. La legge 23.12.1978, n. 833 ed i suoi precedenti normativi.
2. I principi informatori e gli obiettivi del Servizio sanitario nazionale.
3. La ripartizione delle competenze fra lo Stato, le Regioni e gli enti locali territoriali per l’attuazione del Servizio sanitario nazionale.
4. L’Unità sanitaria locale nella legge 833/78 - Definizione, competenze e prestazioni.
5. Gli organi dell’U.s.l. e l’Ufficio di direzione nella legge 833/78.
6. I punti di crisi della legge 833/78 e l’incidenza degli stessi sulle fasi propedeutiche del processo di riordino del S.S.N.: dalla legge 4/86 alla legge-delega 421/92.
La prima fase del riordino del S.S.N.
1. La legge-delega 23.10.1992, n. 421 per la razionalizzazione e la revisione delle discipline in materia di sanità, pubblico impiego, previdenza e finanza territoriale.
2. Il riordino del S.S.N. di cui ai decreti legislativi 502/92 e 517/93 in attuazione della legge-delega 421/92.
3. L’aziendalizzazione del Servizio sanitario nazionale. Analisi degli artt. 3 e 4 del decreto di riordino.
4. Le Aziende ospedaliere. Gli ospedali presidio dell’U.s.l. (art. 4).
5. La prevenzione ambientale.
6. Le sperimentazioni gestionali.
7. I rapporti per l’erogazione delle prestazioni.
8. Le forme differenziate di assistenza.
9. I controlli di qualità e la Carta dei Servizi.
La programmazione sanitaria nazionale: il Piano sanitario nazionale 2011-2013 e il Piano sanitario nazionale della prevenzione 2010-2012
1. Il Piano sanitario nazionale 2011-2013.
2. Il Piano nazionale della prevenzione 2010-2012.
L’ultima fase del processo di riforma del S.S.N.
1. La l. 30.11.1998, n. 419 ‘‘Delega al Governo per la razionalizzazione del S.S.N. e per l’adozione di un t.u. in materia di organizzazione e funzionamento del S.S.N.’’. Modifiche al d.lgs. 30.12.1992, n. 502.
2. Il d.lgs. 19.6.1999, n. 229 ‘‘Norme per la razionalizzazione del S.S.N. a norma dell’art. 1 della l. 419/98’’.
Normativa di rilevante interesse successiva al d.lgs. 229/99 nel quadro dell’ordinamento istituzionale ed organizzativo del S.S.N.
Sezione I - LE MODIFICHE E LE INTEGRAZIONI PIÙ RILEVANTI APPORTATE AL D.LGS. 229/99 DA SUCCESSIVA NORMATIVA DI CUI AL D.LGS. 517/99, AL D.LGS. 49/2000, AL D.LGS. 168/2000, AL D.LGS. 254/2000
1. Il d.lgs. 21.12.1999, n. 517.
2. Il d.lgs. 7.6.2000, n. 168.
3. Il d.lgs. 28.7.2000, n. 254.
Sezione II - LA NORMATIVA PIÙ SIGNIFICATIVA NEL PROCESSO DI ATTUAZIONE DEL D.LGS. 229/99 O AD ESSA COMPLEMENTARE NEL QUADRO DELL’ORDINAMENTO DEL SISTEMA ISTITUZIONALE ED ORGANIZZATIVO DEL S.S.N.
4. L’integrazione socio-sanitaria e il d.P.C.M. 14.2.2001 ‘‘Atto di indirizzo e coordinamento in materia di prestazioni socio-sanitarie’’.
5. La l. 8.11.2000, n. 328 ‘‘Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali’’.
6. La nuova disciplina sui livelli essenziali di assistenza.
7. Normativa sul contenimento delle liste di attesa.
8. Il decreto del Ministro per la salute 12.12.2001 ‘‘Sistema di garanzie per il monitoraggio dell’assistenza sanitaria’’.
9. Il d.lgs. 4.5.2001, n. 207 “Riordino del sistema delle Istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza, a norma dell’art. 10 della l. 8.11.2000, n. 328”.
10. Il riordino degli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico: dalla l. 833/78 al d.lgs. 16.10.2003, n. 288.
11. Cenni sulla evoluzione del processo di sviluppo delle professioni sanitarie non mediche dal d.lgs. 502/92 e s.i.m. alla l. 43/2006.
12. Le nuove prospettive per la deospedalizzazione e per il potenziamento e la riqualificazione dell’assistenza territoriale negli Accordi sanciti in Conferenza Stato-Regioni e in particolare nel Patto della Salute 2010-2012.
13. La nuova disciplina in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro di cui al d.lgs. n. 81/2008.
14. Le innovazioni introdotte dal d.lgs. 106/2009 nel “sistema sicurezza”.
15. La disciplina sui nuovi servizi e funzioni delle farmacie pubbliche e private accreditate.
16. Fascicolo sanitario elettronico - Cartella clinica elettronica - Referti on-line.
17. La normativa sul federalismo fiscale (la legge delega 42/2009 e il d.lgs. 68/2011 sul federalismo regionale).
18. La cosiddetta riforma Brunetta: la legge 4 marzo 2009, n. 15 e il decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150.
I controlli
1. Nozioni generali sui controlli.
2. Le tipologie dei controlli.
3. I controlli sulle UU.ss.ll.
4. I controlli in materia di appropriatezza.
5. I controlli inerenti alla partecipazione.
Provvedimenti urgenti di finanza pubblica e Servizio sanitario nazionale
1. Introduzione.
2. La legge di stabilità per il 2012 (l. 12 novembre 2011, n. 183).
3. Il d.l. 6 dicembre 2011, n. 201 (c.d. “salva Italia”) convertito in l. 22 dicembre 2011, n. 214 “Disposizioni urgenti per la crescita, l’equità e il consolidamento dei conti pubblici”.
4. Il decreto legge 24 gennaio 2012, n. 1 (c.d. decreto “cresci-Italia”) convertito con modificazioni in l. 24 marzo 2012, n. 27 (Disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture e la competitività).
5. Il d.l. 9 febbraio 2012 n. 5 “Disposizioni in materia di semplificazione e di sviluppo” convertito con modificazioni in l. 4 aprile 2012, n. 35 (decreto semplificazioni).
6. La l. 24 febbraio 2012, n. 14 “Conversione in legge, con modificazioni, del d.l. 29 dicembre 2011, n. 216, recante proroga di termini previsti da disposizioni legislative. Differimento di termini relativi all’esercizio di deleghe legislative”.
7. Il d.l. 2 marzo 2012 n. 16, convertito in l. 26 aprile 2012 n. 44 (Disposizioni urgenti in materia di semplificazioni tributarie, di efficientamento e potenziamento delle procedure di accertamento) 8. Problemi e prospettive in merito alla predisposizione del nuovo Patto della salute 2012-2015.
9. Il disegno di legge su “Principi fondamentali in materia di governo delle attività cliniche per una maggiore efficienza e funzionalità del Servizio sanitario nazionale”.

2.
IL RAPPORTO DI LAVORO DEL PERSONALE DIPENDENTE: STATO GIURIDICO E TRATTAMENTO ECONOMICO. IL PERSONALE A RAPPORTO CONVENZIONALE
Principi generali del rapporto di lavoro

1. Il rapporto di lavoro nei decreti legislativi di attuazione della legge 340/2000 e della legge 15/2009.
2. Organizzazione del lavoro, dotazioni organiche e gestione delle risorse umane.
3. Il rapporto di lavoro della dirigenza pubblica e della dirigenza sanitaria in particolare.
4. Il nuovo sistema di classificazione del personale non dirigente (area comparto) e la progressione di carriera.
5. Il rapporto di lavoro a tempo parziale (part-time).
6. La formazione continua (E.C.M.).
I concorsi pubblici per l’assunzione del personale e le altre modalità di reclutamento del personale
1. I principi in materia di concorsi previsti dai decreti legislativi di attuazione della legge 421/92.
2. Le norme che regolano attualmente i concorsi e le assunzioni.
3. L’assunzione in servizio e il periodo di prova.
4. Le assunzioni e gli incarichi a tempo determinato.
5. L’utilizzo di contratti di lavoro flessibili.
Doveri - Diritti - Incompatibilità
1. I doveri.
2. I diritti.
3. Le incompatibilità.
4. La cessazione del rapporto di impiego.
5. L’attività libero-professionale del personale della dirigenza sanitaria.
Le responsabilità
1. La responsabilità civile, amministrativa, penale e contabile.
2. La responsabilità disciplinare.
3. I meccanismi di raccordo.
Il trattamento economico e previdenziale
1. Il trattamento economico del personale nel decreto legislativo 165/2001.
2. Cenni sull’attuale trattamento economico.
Il personale a rapporto convenzionale
1. La disciplina del rapporto convenzionale nel decreto legislativo 502/92.
2. Cenni sulle principali convenzioni che regolano attualmente i rapporti fra U.s.l. e convenzionati.

3.
FINANZIAMENTO, CONTABILITÀ E CONTROLLO DI GESTIONE
L’azienda erogatrice pubblica

1. Definizione e concetti generali.
2. Le fonti di reddito.
3. L’impiego del reddito.
4. Le entrate e le spese di natura straordinaria.
5. Il patrimonio.
Il sistema di finanziamento delle aziende sanitarie
1. Il finanziamento delle Aziende sanitarie secondo il d.lgs. 30.12.1992, n. 502.
2. Il federalismo fiscale: conseguenze sul finanziamento del S.S.N.
La contabilità economico-patrimoniale nelle aziende sanitarie
1. Premessa: i limiti della previgente contabilità finanziaria.
2. Cenni sulla contabilità economico-patrimoniale.
3. Risultato della contabilità generale: il bilancio d’esercizio.
4. Le norme previste dal d.lgs. 30.12.1992, n. 502.
5. Linee guida per il bilancio delle Aziende sanitarie.
6. La rilevazione del conto economico e dello stato patrimoniale.
7. La certificazione dei bilanci ed i controlli sulla spesa.
Il processo di pianificazione, valutazione e controllo interno di gestione nelle aziende sanitarie pubbliche
1. Il quadro normativo di riferimento.
2. Nozioni generali sul processo di pianificazione e controllo interno di gestione.
3. La contabilità direzionale per centri di costo (contabilità dei costi).
4. La gestione per budget.
5. Altri strumenti di controllo della gestione.
6. Il processo di valutazione.
Il servizio di Tesoreria
1. Il servizio di Tesoreria: principi generali e normativa particolare per le Aziende sanitarie.
2. Il sistema di Tesoreria unica.
3. Le modifiche al ruolo e alle funzioni del Tesoriere.

4.
I CONTRATTI E GLI APPALTI
I contratti

1. La normativa riguardante le Aziende sanitarie.
2. I contratti degli enti pubblici.
3. I profili del contratto di leasing.
4. Cenni sul factoring.
5. Cenni sul contratto di sponsorizzazione.
Gli appalti
1. Gli appalti negli enti pubblici.
2. I sistemi di scelta del contraente.
3. Formalità e prescrizioni comuni ai contratti di appalto.
4. Il Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE (d.lgs. 12 aprile 2006, n. 163, pubblicato in G.U. n. 100 del 2.5.2006, s.o. n. 107 e successive modificazioni ed integrazioni).

5.
SCHEMI DI ATTI RELATIVI ALL’ATTIVITÀ AMMINISTRATIVA DELLE AZIENDE DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE E REGIONALE
1. Schema di deliberazione del Direttore generale.
2. Schema di determinazione dirigenziale.
3. Schema di verbale del collegio sindacale.
4. Schema di contratto individuale di lavoro subordinato a tempo indeterminato.
5. Schema di verbale di intesa fra l’Azienda sanitaria, le organizzazioni sindacali e le R.S.U. aziendali.
6. Schema di lettera d’invito a gara a licitazione privata.

»
APPENDICE
• Nozioni introduttive di diritto pubblico.
• Normativa generale applicabile agli enti locali.

G. Ricciarelli, F. Soldati, esperti in organizzazione sanitaria.


Per ricevere
MANUALE PER I CONCORSI NEL RUOLO AMMINISTRATIVO
DELLE AZIENDE SANITARIE PUBBLICHE
Maggioli Editore - XV edizione agosto 2012
Pagine 798 - F.to cm. 17x24 - ISBN 72312 - Euro 37,00
clicchi su:

ACQUISTO ON LINE

Deducibilità fiscale delle opere acquistate
La spesa documentata nella fattura - sempre allegata all'ordine - è fiscalmente deducibile ai sensi degli articoli 54-56 TUIR.
Garanzie a tutela del Suo acquisto
- Per ogni ulteriore informazione in merito alla presente promozione contatti il Servizio Clienti Maggioli Editore: Tel. 0541/628200 - servizio.clienti@maggioli.it.
- Ai sensi del D.Lgs. 22.5.1999, n. 185, art. 5, Lei ha facoltà di esercitare il diritto di recesso, restituendo il prodotto acquistato entro 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento del medesimo.

MAGGIOLI EDITORE