Concorso Mit 148 ingegneri-architetti
Concorso Mit 148 ingegneri-architetti: scade oggi la domanda

Scaduto il 6 agosto il termine ultimo per presentare la domanda per partecipare al Concorsi Mit. Il Ministero aveva concesso ancora un po’ di tempo per presentare domanda di iscrizione al Concorso per l’assunzione di 148 ingegneri-architetti a tempo indeterminato e la scadenza del bando era stata prorogata. Il personale selezionato sarà suddiviso in diverse sedi, sparse su tutto il territorio nazionale e lavorerà all’interno dell’organico del Dipartimento per i trasporti, la navigazione, gli affari generali ed il personale del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti.

I vincitori verranno assunti con un contratto a tempo indeterminato nell’Area funzionale III – fascia economica iniziale F1, profilo professionale ingegnere-architetto.

Scarica qui il bando di concorso

Concorso 148 ingegneri-architetti: requisiti di ammissione

Per partecipare al Concorso è necessario possedere la laurea quinquennale in Ingegneria e l’abilitazione all’esercizio della professione di ingegnere. Si deve inoltre essere iscritti al relativo Albo professionale. In particolare è richiesta una delle seguenti lauree: laurea magistrale in Ingegneria (qualsiasi classe), purché conseguita dopo la triennale (o primo livello) appartenente alla classe L09, laurea magistrale in ingegneria appartenente alla classe LM33; diploma di laurea in Ingegneria meccanica (vecchio ordinamento)

Questi requisiti devono essere posseduti alla data della scadenza del termine previsto per la domanda di partecipazione.

Non possono essere invece ammessi al Concorso coloro che:

  • siano esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione, per persistente insufficiente rendimento;
  • siano stati dichiarati decaduti o licenziati da un impiego statale per averlo conseguito mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile;
  • siano interdetti dai pubblici uffici a seguito di sentenza;
  • abbiano riportato la pena accessoria dell’estinzione del rapporto di lavoro o di impiego ai sensi dell’art. 32-quinquies del codice penale;
  • siano incompatibili con lo status di dipendente pubblico.

Concorso 148 ingegneri-architetti: sedi di lavoro

Il Concorso ingegneri e architetti mette a disposizione 148 posti e Il personale selezionato sarà dislocato nelle seguenti sedi di lavoro:

  • Milano e sezioni di Alessandria, Varese, Lodi e Asti: posti 11
  • Bergamo e sezioni di Lecco, Como e Sondrio: posti 6
  • Torino e sezioni di Novara, Biella, Verbania e Vercelli: posti 9
  • Brescia e sezioni di Cremona, Mantova e Pavia: posti 5
  • Genova e sezioni di Cuneo, Imperia, La Spezia e Savona: posti 4
  • Venezia e sezioni di Treviso e Belluno: posti 5
  • Verona e sezioni di Vicenza, Rovigo e Padova: posti 7
  • Bologna e sezioni di Ferrara, Ravenna, Rimini, Forlì-Cesena: posti 7
  • Parma e sezioni di Piacenza, Reggio Emilia e Modena: posti 6
  • Ancona e sezioni di Ascoli Piceno, Macerata, Pesaro-Urbino: posti 5
  • Roma e sezioni di Latina, Frosinone, Rieti e Viterbo: posti 14
  • L’Aquila e sezioni di Pescara, Teramo e Chieti: posti 4
  • Firenze e sezioni di Grosseto, Pistoia, Prato e Siena: posti 5
  • Lucca e sezioni di Pisa, Livorno e Massa Carrara: posti 5
  • Perugia e sezioni di Terni e Arezzo: posti 4
  • Cagliari e sezioni di Sassari, Oristano e Nuoro: posti 8
  • Napoli e sezioni di Benevento, Caserta, Campobasso e Isernia: posti 20
  • Palermo: posti 1
  • Catania: posti 1
  • Salerno e sezioni di Avellino e Potenza: posti 4
  • Bari e sezioni di Foggia e Matera: posti 9
  • Lecce e sezioni di Taranto e Brindisi: posti 4
  • Reggio Calabria e sezioni di Cosenza, Catanzaro, Crotone, Vibo Valentia: posti 4

Concorso 148 ingegneri-architetti: come si svolge

Vediamo ora quali prove dovranno essere affrontate dai candidati durante la selezione al Concorso 148 posti ingegneri-architetti:

  • Potrà esserci una prova preselettiva

L’eventuale preselezione prevede una serie di quesiti a risposta multipla per la verifica della capacità logico-deduttiva, di ragionamento logico-matematico, di carattere critico-verbale e di cultura generale.

Nel caso in cui venga effettuata la prova preselettiva, verranno ammessi alle prove scritte i primi 900 candidati che abbiano superato la preselezione e tutti coloro che avranno conseguito il medesimo punteggio del 900° candidato.

  • Due prove scritte

Di queste due prove, una sarà a contenuto tecnico – professionale e una a contenuto teorico-pratico. L’ordine di svolgimento delle prove scritte sarà stabilito dalla commissione esaminatrice. Conseguono l’ammissione al colloquio i candidati che abbiano riportato in ciascuna prova scritta una votazione di almeno 21/30.

  • Prova orale

Il colloquio verterà su tutti gli argomenti del programma e si intende superato con una votazione di almeno 21/30. Comprenderà, fra l’altro: la valutazione della conoscenza a livello avanzato dell’utilizzo dei sistemi applicativi informatici di più comune impiego (anche attraverso una verifica pratica), nonché l’accertamento della conoscenza di una lingua straniera (anche attraverso una verifica pratica, parlata e scritta) scelta dal candidato tra inglese e francese (precedentemente indicata nella domanda di ammissione).Tale conoscenza sarà valutata da parte della commissione esaminatrice ai fini della votazione da attribuire al colloquio.

Concorso 148 ingegneri-architetti: cosa studiare

Le prove scritte e quella orale del Concorso saranno incentrate su un programma d’esame dettagliato e focalizzato (consulta qui il programma) su nozioni tecniche fondamentali (costruzioni, idraulica, applicazioni per la produzione e trasmissione, nozioni amministrative (codice dei contratti pubblici, diritto amministrativo ed europeo, ecc); trazione materiale mobile (meccanica della locomozione, sistemi di frenatura, ecc); organizzazione ed esercizio dei trasporti ed impianti fissi.

Per prepararsi al meglio al Concorso, consigliamo il seguente manuale:

Concorso 148 ingegneri-architetti ministero delle infrastrutture e dei trasporti

Concorso 148 ingegneri-architetti ministero delle infrastrutture e dei trasporti

Giuseppe Cotruvo (a cura di), 2018, Maggioli Editore

Il presente volume costituisce un utilissimo strumento di preparazione alla prova preselettiva del concorso per 148 posti di ingegnere-architetto presso il MIT, Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, (G.U. 8 giugno 2018, n. 45).Il testo è diviso in due parti. Nella prima si affrontano...



Aggiungi un commento

Inserire un commento!
Inserire il nome