Concorso ASPAL Sardegna 89 posti funzionari amministrativi, pubblicato il bando

È stato indetto dall’ASPAL il bando per il Concorso ASPAL Sardegna per l’assunzione a tempo pieno e indeterminato di 89 nuovi posti per funzionari amministrativi della categoria D – livello retributivo D1 – con obbligo di permanenza lavorativa presso la sede di destinazione per almeno 5 anni a far data dall’assunzione.

Concorso ASPAL Sardegna, i requisiti di ammissione

Per partecipare al Concorso ASPAL Sardegna, bisogna essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • Cittadinanza italiana o di altro Stato dell’Unione Europea o dei requisiti di cui all’art. 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, come modificato dall’art. 7 della legge 6 agosto 2013, n. 97, con adeguata conoscenza della lingua italiana;
  • Idoneità fisica allo svolgimento delle mansioni proprie da ricoprire;
  • Godimento dei diritti civili e politici nello Stato di appartenenza;
  • Non essere stato destituito, dispensato ovvero dichiarato decaduto da un pubblico impiego ai sensi della vigente normativa in materia;
  • Essere in possesso di Diploma di Laurea secondo il vecchio ordinamento, ovvero Laurea Triennale (ex DM 509/1999 e DM 270/2004), ovvero Laurea Specialistica ovvero Laurea Magistrale (ex DM 509/1999 e DM 270/2004) in discipline giuridiche, economiche, politiche, sociali e umanistiche. I titoli devono essere rilasciati da Università statali e non statali accreditate dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. I titoli accademici rilasciati dalle Università straniere saranno considerati utili purché riconosciuti equiparati alle lauree suddette ai sensi dell’art. 38, comma 3 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165.

Concorso ASPAL Sardegna, come presentare la domanda

La domanda per partecipare al concorso va presentata online entro le ore 12.00 del 1 Ottobre 2018, attraverso le modalità indicate sul sito dell’ASPAL. Nella domanda di partecipazione ogni concorrente deve dichiarare:

  • Il cognome ed il nome;
  • La data, il Comune, la Provincia e l’eventuale Stato estero di nascita, codice fiscale;
  • L’indirizzo di residenza (via, numero civico, Comune, codice di avviamento postale);
  • Il possesso della cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione europea o dei requisiti di cui all’art. 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, come modificato dall’art. 7 della legge 6 agosto 2013, n. 97;
  • Il godimento dei diritti civili e politici nello Stato di appartenenza o di provenienza, ovvero le ragioni del mancato godimento dei diritti civili e politici;
  • L’iscrizione nelle liste elettorali, ovvero il motivo della mancata iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
  • La posizione regolare nei confronti del servizio di leva per i cittadini soggetti a tale obbligo;
  • Di non essere stato destituito o dispensato dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento o dichiarato decaduto per aver conseguito la nomina o l’assunzione mediante la commissione di falsità dichiarative o documentali;
  • Di non aver riportato condanne penali con sentenza passata in giudicato per reati che costituiscono un impedimento all’assunzione presso una pubblica amministrazione e di non avere in corso procedimenti penali, né procedimenti amministrativi per l’applicazione di misure di sicurezza o di prevenzione, nonché precedenti penali a proprio carico iscrivibili nel casellario giudiziale, ai sensi dell’art. 3 del decreto del Presidente della Repubblica 14 novembre 2002, n. 3 313. In caso contrario, devono essere indicate le condanne e i procedimenti a carico ed ogni eventuale precedente penale, precisando la data del provvedimento e l’Autorità Giudiziaria che lo ha emanato ovvero quella presso la quale penda un eventuale procedimento penale;
  • Il titolo di studio posseduto tra quelli previsti, quali requisiti di ammissione, alla lettera e) del precedente art. 3, con l’indicazione dell’Università che lo ha rilasciato e della data in cui è stato conseguito, nonché gli estremi dell’eventuale provvedimento di equiparazione;
  • L’eventuale diritto alle riserve e/o di essere in possesso dei titoli di preferenza di cui agli artt. 2 e 10 del presente bando;
  • L’eventuale condizione di handicap ai sensi dell’art. 4 della L. 5 febbraio 1992 n. 104 e l’eventuale necessità di ausilio e/o di tempi aggiuntivi per l’espletamento delle prove concorsuali.

Concorso ASPAL Sardegna, le prove d’esame

Le prove d’esame del Concorso ASPAL Sardegna, che si svolgeranno nell’Area metropolitana di Cagliari, consistono in una prova scritta e in un colloquio interdisciplinare, vertenti sulle seguenti materie:

  •  Diritto amministrativo;
  • Istituzioni di diritto del lavoro e sindacale, con specifico riferimento alle tematiche del mercato e delle politiche del lavoro;
  • Istituzioni di diritto comunitario;
  • Elementi di statistica;
  • Sociologia del mercato del lavoro;
  • Organizzazione della Regione Sarda.

Il punteggio complessivo previsto per la valutazione delle prove d’esame è di 70 punti: 35 per la prova scritta e 35 per il colloquio, durante il quale sarà accertata anche la conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse e della lingua inglese.

Concorso ASPAL Sardegna, la prova preselettiva

Nel caso in cui dovessero pervenire troppe domande di partecipazione, sarà introdotta una prova preselettiva dalla durata di 60 minuti, che consisterà in una serie di quesiti a risposta multipla sulle seguenti materie:

  • Diritto amministrativo;
  • Istituzioni di diritto del lavoro e sindacale, con specifico riferimento alle tematiche del mercato e delle politiche del lavoro;
  • Istituzioni di diritto comunitario;
  • Elementi di statistica;
  • Sociologia del mercato del lavoro;
  • Organizzazione della Regione Sarda;
  • Informatica;
  • Lingua inglese

La data e la sede della prova preselettiva saranno rese note almeno 30 giorni prima tramite un avviso che verrà pubblicato sul sito web dell’ASPAL. Chi risulterà assente alla prova preselettiva sarà escluso dal concorso a prescindere dalla causa.

Per prepararsi al meglio alle prove, consigliamo:

 Concorso 89 funzionari amministrativi Aspal

Concorso 89 funzionari amministrativi Aspal

AA. VV., 2018, Maggioli Editore

Il volume costituisce un utilissimo strumento di preparazione a tutte le prove del concorso per 89 funzionari amministrativi da assumere a tempo indeterminato presso l’Aspal, Agenzia sarda per le Politiche Attive del Lavoro. La selezione dei candidati previ- sta dal bando prevede lo...



Aggiungi un commento

Inserire un commento!
Inserire il nome