Concorso per la scuola dell'infanzia e primaria: come prepararsi alla prova orale

Il 26 ottobre 2018 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministro dell’Istruzione Marco Bussetti che annuncia il Concorso per la scuola dell’infanzia e la scuola primaria. Prossimamente, in una nota del MIUR, sarà pubblicato il bando, come affermato dallo stesso Ministro.

Concorso per la scuola, come fare domanda

La domanda per partecipare al Concorso va presentata solo tramite gli appositi strumenti messi a disposizione nel sistema informativo del Ministero, entro le 23:59 del trentesimo giorno seguente alla data del bando per presentare la domanda.

Concorso per la scuola, requisiti per partecipare

Per partecipare al Concorso, i candidati dovranno essere in possesso di precisi requisiti:

  • Docenti con diploma magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/02 (per l’infanzia è valido anche il diploma magistrale triennale).
  • Laureati in Scienze della formazione primaria con 2 anni di servizio specifico negli ultimi 8 prestati nella scuola statale.
  • Diplomati magistrale con valore di abilitazione e diploma sperimentale a indirizzo linguistico entro l’anno 2001/02.

Mentre, per quanto concerne i posti di sostegno, possono partecipare quei docenti che, oltre ai requisiti citati, abbiano il titolo di specializzazione sul sostegno o un equivalente titolo conseguito all’estero (che sia riconosciuto nel nostro paese).

Concorso per la scuola, assegnamento punteggio

Bisogna specificare che il punteggio che si potrà ottenere partecipando al Concorso per la scuola, sarà distribuito tenendo conto di un massimo di 70 punti che verranno assegnati sulla base dei titoli (abilitazioni universitarie e superamento di concorsi precedenti) e di ulteriori 30 punti che possono essere assegnati per il colloquio orale.

Per quanto concerne i 70 punti per i titoli, 50 di questi possono essere assegnati agli anni di servizio: 5 punti per ogni anno svolto nelle scuole statali o paritarie o nelle istituzioni convittuali statali.

Concorso per la scuola, la prova orale

La prova orale avrà una durata di trenta minuti e consisterà nella progettazione di un’attività didattica che include la presentazione delle scelte didattiche, contenutistiche, metodologiche svolte e di esempi sull’utilizzo pratico delle TIC (Tecnologie dell’informazione e della comunicazione). Durante il colloquio verrà verificata la conoscenza di una lingua straniera selezionata dal candidato.

Per quanto concerne i posti comuni, la prova orale avrà come oggetto il programma generale e specifico del decreto e mirerà a verificare la padronanza delle discipline in base alle competenze metodologiche e di progettazione didattica e curricolare, anche attraverso l’uso di tecnologie della comunicazione e dell’informazione.

Mentre la prova orale per la scuola dell’infanzia verificherà l’abilità di ogni candidato nella comprensione scritta e nella produzione orale in una delle quattro lingue comunitarie (francese, inglese, spagnolo e tedesco). Si dovrà possedere almeno il livello B2 del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue. Anche per la prova orale per la scuola primaria, per determinare l’idoneità all’insegnameto della lingua inglese, sarà valutata l’abilità nella comprensione scritta e nella produzione orale in lingua inglese almeno a livello B2 e la relativa competenza didattica.

Invece, la prova orale per i posti di sostegno verificherà la competenza di ogni candidato nelle attività di sostegno agli allievi con disabilità, che mirano alla definizione di ambienti di apprendimento, alla progettazione didattica e curricolare per assicurare l’inclusione e il perseguimento di obiettivi idonei alle possibili potenzialità e alle diverse tipologie di disabilità, anche attraverso l’uso di tecnologie della comunicazione e dell’informazione. Anche nella prova orale per il sostegno presso la scuola dell’infanzia sarà valutata l’abilità di comprensione scritta e produzione orale di una delle quattro lingue comunitarie già citate. Viene richiesto almeno il livello B2 stabilito nel Quadro europeo.

Infine, la prova orale per il sostegno presso la scuola primaria verificherà l’abilità scritta e la produzione orale in lingua inglese almeno a livello B2.

Per prepararsi al meglio alle prove, consigliamo:

Lezioni simulate per la prova orale

Lezioni simulate per la prova orale

Pietro Boccia, 2018, Maggioli Editore

Il presente volume è uno strumento utilissimo per  chi affronta la prova orale del concorso scuola 2018 perché supporta operativamente il candidato nella preparazione di una lezione, elemento sicuramente fondamentale per l’attività del docente. L’obiettivo della prova orale non è solo...



Aggiungi un commento

Inserire un commento!
Inserire il nome