proroga scadenza concorso scuola 2018

È stata prorogata fino al 26 marzo alle ore 14 la scadenza per presentare la domanda per il Concorso Scuola 2018 rivolto ai docenti abilitati. (Leggi il bando).

Nei giorni scorsi la piattaforma Istanze online è andata più volte in tilt a causa della concomitanza di scadenze, quella per la scelta delle sedi del Personale ATA e quella per la domanda del Concorso per docenti. Dopo numerose segnalazioni da parte degli utenti e dei sindacati sul malfunzionamento della piattaforma, il Miur ha deciso di prorogare la scadenza, precisato nelle FAQ, però, che viene mantenuta la data del 22 marzo come scadenza per il conseguimento dei titoli culturali e di servizio valutabili per il bando.

Ricordiamo che il bando selezionerà i candidati attraverso:

  • prova orale
  • valutazione dei titoli,
  • 1 anno di tirocinio.

Durante la prova orale il candidato si cimenterà con una lezione simulata della durata massima di 45 minuti e in un colloquio durante il quale dovrà spiegare le scelte didattiche e metodologiche adottate.

È previsto anche l’accertamento della conoscenza della lingua straniera (a scelta tra inglese, francese, spagnolo o tedesco) e della capacità di comprensione e conversazione a livello B2 per le lingue (non è richiesta alcuna certificazione che attesti il livello B2) e delle competenze metodologiche e di progettazione didattica e curricolare.

Per le classi di lingua straniera la prova orale si svolgerà interamente nella lingua scelta.

Il programma di riferimento per ogni classe di concorso sarà quello del vecchio concorso a cattedre del 2016.

La data di svolgimento della prova orale sarà comunicata ai candidati via email almeno 20 giorni prima.

La prova orale non prevede un punteggio minimo, ma 40 punti al massimo, (3 punti per le competenze linguistiche e massimo 3 punti per le competenze informatiche). Il punteggio ottenuto contribuirà a determinare la posizione in graduatoria dei candidati.

Il bando prevede un punteggio massimo di 60 punti per la valutazione dei titoli, tra questi il superamento di tutte le prove di precedenti concorsi per il ruolo docente e il titolo di dottore di ricerca.

Sarà infine formata una graduatoria regionale con scorrimento annuale che garantirà l’accesso dei candidati a un anno di tirocinio che si concluderà con la loro valutazione finale. Il bando specifica che l’ammissione al tirocinio comporta la cancellazione da tutte le graduatorie di merito regionali e da quelle ad esaurimento e di istituto, per ogni classe di concorso e tipologia di posto.

Aggiungi un commento

Inserire un commento!
Inserire il nome