Graduatorie ATA III fascia
Graduatorie ATA III fascia: prenotazione massiva scattata dal 15 giugno

C’è molta attesa per la pubblicazione delle graduatorie ATA di III fascia valide per il triennio 2018/21. Il MIUR, attraverso l’emanazione della nota n. 23718 del 17 maggio 2018, ha comunicato che dal 15 giugno è scattata la prenotazione massiva delle graduatorie provvisorie da parte degli Uffici Scolastici. Perciò le segreterie scolastiche non potranno più operare in quanto dovevano concludere i lavori entro il 13 giugno. Ora le segreterie si occuperanno esclusivamente di fare la stampa o pubblicazione online delle graduatorie.

Verrà stilato un ordine di pubblicazione in base alla prenotazione. Perciò, anche se la prenotazione massiva dovesse avvenire subito per tutte le province, non potrebbe comunque avere un effetto immediato. Però, dopo breve tempo, posizioni e punteggio potranno essere visibili nella pagina personale su Istanze online. Infine le scuole provvederanno alla pubblicazioni delle graduatorie.

Reclamo per le graduatorie ATA: come funziona

Si può presentare il reclamo entro 10 giorni dalla data di pubblicazione delle graduatorie provvisorie, a meno che non siano previste indicazioni diverse a livello provinciale. Ciò che conta è la pubblicazione all’albo o sul sito della scuola, poiché la pubblicazione su Istanze online non ha alcun valore legale. L’istanza di reclamo deve essere indirizzata al dirigente dell’istituzione scolastica, a cui spetta il compito di gestire la domanda di inserimento. Si può decidere di presentare il reclamo non solo contro l’esclusione o la nullità della domanda, ma anche contro le graduatorie. Una volta decisi i reclami ed eseguite tutte le correzioni degli errori materiali, viene approvata la graduatoria definitiva dall’autorità scolastica competente. Dopodiché, una volta approvata, chiunque avesse ancora qualcosa da dire per portare avanti le proprie ragioni, potrà solo impugnare la graduatoria tramite un ricorso giurisdizionale al giudice ordinario in funzione di giudice di lavoro.

Il modello di reclamo si compila molto semplicemente, inserendo i propri dati: nome e cognome, data e luogo di nascita, residenza, telefono ed email. Nello specifico, il reclamo si può presentare secondo questi motivi:

  • Mancato inserimento nella graduatoria Ata (allegando la ricevuta che attesta la presentazione della domanda, o numero di protocollo
  • Esclusione erronea dalla graduatoria Ata per (specificare le motivazioni)
  • Dati anagrafici errati
  • Errata attribuzione del punteggio
  • Mancata/erronea valutazione delle Certificazioni Informatiche
  • Mancato inserimento dei seguenti Titoli di Preferenza
  • Altri motivi

Segui tutte le novità sul nostro Speciale Concorsi Pubblici

Aggiungi un commento

Inserire un commento!
Inserire il nome