proroga scadenza concorso scuola 2018

Nei giorni scorsi il presidente dell’Inps Tito Boeri ha firmato il documento per indire un nuovo bando per 967 posti da consulente protezione sociale, pubblicato poi sulla Gazzetta ufficiale del 27 aprile n. 34 (Scarica il bando). Ecco tutte le informazioni sui posti disponibili, i requisiti richiesti e le prove di selezione con le materie sulle quali sarà accertata la preparazione dei candidati.

Il concorso valuta i candidati sia per titoli sia per esami. Vediamo insieme i requisiti per partecipare.

Il requisito richiesto per partecipare al concorso è il possesso di una laurea magistrale in una delle seguenti discipline:
finanza (LM-16 o 19/S)
ingegneria gestionale (LM-31 o 34/S)
relazioni internazionali (LM-52 o 60/S)
scienze dell’economia (LM-56 o 64/S)
scienze della politica (LM-62 o 70/S)
scienze delel pubbliche amministrazioni (LM-63 o 71/S)
scienze economiche per l’ambiente e la cultura (LM-76 o 83/S)
scienze economico/aziendali (LM-77 o 84/S)
scienze per la cooperazione allo sviluppo (LM-81 o 88/S)
scienze statistiche (LM-82)
metodi per l’analisi valutativa dei sistemi complessi (48/S)
statistica demografica e sociale (90/S)
statistica economica finanziaria e attuariale (91/S)
statistica per la ricerca sperimentale (92/S)
scienze statistiche attuariali e finanziarie (LM-83)
servizio sociale e politiche sociali (LM-87)
programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali (57/S)
sociologia e ricerca sociale (LM-88)
sociologia (89/S)
metodi per la ricerca empirica nelle scienze sociali (49/S)
studi europei (LM-90 o 99/S)
giurisprudenza (LMG-01 o 22/S)
teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica (102/S)
ovvero diploma di laurea (D.L.) secondo il vecchio ordinamento corrispondente ad una delle predette lauree magistrali ai sensi del Decreto 9 luglio 2009 del M.I.U.R.

A differenza del concorso per 365 posti ormai giunto alla sua fase finale, non è necessario il livello B2 per la lingua inglese, ma durante le prove ne sarà accertata la conoscenza.

Il bando prevederà 2 prove scritte e una orale, precedute da una preselezione (in caso di un alto numero di candidati) con quiz a risposta multipla di logica, cultura generale, inglese, attualità e informatica.

Prima prova scritta del Concorso Inps 967 posti

Durante la prima prova scritta i candidati dovranno cimentarsi con un quiz a risposta multipla sulle seguenti materie:

  • bilancio e contabilità pubblica,
  • pianificazione,
  • programmazione e controllo e organizzazione e gestione aziendale,
  • diritto amministrativo e costituzionale,
  • diritto del lavoro e legislazione sociale.

Seconda prova scritta del Concorso Inps 967 posti

Durante la seconda prova scritta i candidati dovranno rispondere ai quiz su:

  • scienza delle finanze,
  • economia del lavoro,
  • principi di economia,
  • diritto civile,
  • elementi di diritto penale.

Entrambe le prove scritte saranno valutate in trentesimi con una soglia minima di punteggio di 21/30.

La prova orale verterà sulle stesse materie delle scritte, ma anche inglese e informatica.

Ecco il punteggio previsto per i titoli:

3 punti per la laurea magistrale, con voto finale da 101 a 105;
6 punti se il voto finale è da 106 a 110,
9 punti se è pari a 110 e lode.

Preparati al meglio con il nuovissimo Volume di Giuseppe Cotruvo

Concorso Inps 967 Consulenti Protezione sociale – Teoria e quesiti a risposta multipla per la prova preselettiva

Aggiungi un commento

Inserire un commento!
Inserire il nome